«Come stai?»

Vale la pena parlare della salute mentale! La campagna «Come stai?» sensibilizza e dà suggerimenti concreti per salvaguardare la salute mentale.

Le persone colpite soffrono in silenzio

In uno studio rappresentativo, due terzi della popolazione svizzera indicano di aver sofferto di disturbi psichici almeno una volta nella vita. Quasi una persona su cinque (19 per cento) dice di attraversare da tempo una depressione emotiva. Per gli intervistati il fattore scatenante principale è lo stress/il sovraccarico di lavoro. Nello stesso tempo, il 70 per cento dei partecipanti allo studio dice di aver paura di parlare della propria condizione. C’è un timore generale di essere considerati deboli, inefficienti e incapaci di lavorare sotto pressione.

Parlarne è importante!

Parlare dei propri problemi allevia la situazione e aiuta. È importante parlarne poiché sul lungo termine si corre il rischio che il disagio mentale si trasformi in una grave malattia. Inoltre una prognosi precoce riduce il processo e i costi di guarigione.
Suggerimenti concreti per affrontare il tema (in tedesco e francese): wie-gehts-dir.ch

Promuovere la salute mentale

Come il corpo, anche la psiche può essere rafforzata e curata.
Per saperne di più (in tedesco e francese): wie-gehts-dir.ch/Impulse

Campagna di sensibilizzazione «Come stai?»

La riedizione della campagna «Come stai?» lanciata nel 2014 è sostenuta dai cantoni germanofoni e dalla FondazionePro Mente Sana su mandato di Promozione Salute Svizzera. L’obiettivo della campagna è la promozione di un approccio più aperto nei confronti di questo delicato tema.

Opuscoli «Come stai?»

Salute mentale

La chiave per una vita compiuta

Di più

10 passi

Dedicarsi alla propria salute mentale

Di più

Fitness mentale

Over 60: mantenere in forma il cervello

Di più

In forma sul lavoro

Consigli per dipendenti e datori di lavoro

Di più

Famiglie in salute

Salute mentale e malattie in famiglia

Di più

In bici senza età

L’associazione «Radeln ohne Alter» e ...

Di più

Aiuto e consulenza

In caso di emergenza e domande sulla salute mentale

Di più